Vendere, comprare, catalogare e diffondere l'arte è il nostro mestiere da oltre mezzo secolo!

Galleria Pace

«La Casa-Museo Brindisi deve uscire dai confini»


«La Casa-Museo Brindisi deve uscire dai confini»
Fonte: La nuova Ferrara - 17/07/2013

LIDO SPINA. Architetto o artista? Questo il dilemma che si pone di fronte a Duilio Forte, architetto/artista milanese di 46 anni che in questi giorni è alla Casa-Museo “Remo Brindisi” a Lido Spina per un workshop, che si concluderà sabato con l’inaugurazione della sua installazione, numero 28 della serie Sleipnir. Ieri abbiamo incontrato Forte nella bellissima Casa-Museo, prima che iniziasse la giornata di lavoro al fianco dei suoi collaboratori.

«L’architettura è una delle arti - risponde Forte -, come la scultura e la pittura. Un intreccio, un po’ come Casa Brindisi. La mia idea di abitare è quella di condividere lo spazio, poi c’è pure un’ architettura che è più edilizia e meno arte, ovvio. Personalmente amo indagare nel mondo di confine fra le varie arti. Quelle che vengono solitamente definite installazioni sono in sotanza delle forme di architettura».

Come è nato il rapporto con Comacchio e la Casa-Museo di Remo Brindisi?

«Mi ha contattato Linda (nipote del pittore, ndr), ci siamo conosciuti ed è stato spontaneo pensare a un’iniziativa qui per l’estate. Da lì è partito il contatto con il Comune di Comacchio, interessato a valorizzare questo luogo, sottostimato per le potenzialità che può esprimere. Credo che la Casa-Museo debba avere una visibilità che vada ben oltre i confini locali».

Quale installazione sta preparando per sabato?

«Il giardino non è stato finito e per definizione è un luogo aperto a cambiamenti. Può ospitare un piccolo palco per eventi, attirare gente oltre alle persone che visitano il Museo. L’installazione è la numero 28 della serie Sleipnir: alla base c’è una microarchitettura che potrà ospitare un bar o un luogo per momento conviviale degli ospiti».

Cos’è la serie Sleipnir?

«Sleipnir è il cavallo di Odino. Essendo per metà svedese ho sempre amato i miti del Nord, il mondo fiabesco che ha varie rappresentazioni. Sleipnir è un cavallo a 8 zampe, questo a LidoSpina sarà alto 12 metri: per me ogni occasione è buona per esplorare questo tema».

Queste opere della serie le realizza in legno, come mai?

«Il legno si presta bene per queste grande sculture, anche dal punto di vista tattile. Realizzo pure sculture in ferro, forme più organiche e meno geometriche, spesso animali. La cosa interessante è che i due materiali si combinano poi bene».

Spesso i suoi soggetti sono legati alla natura.

«Mi piace esplorarla nelle sue varie forme. Ora tutti stiamo tornando alle nostre radici, dopo aver esagerato nell’altro senso. Non c’è più l’esigenza di staccarsi dalla natura e il rispetto per l’ambiente è fondamentale: ma non lo si deve usare come slogan commerciale, bensì come vera e propria filosofia di vita».

«Questa - continua Forte - è un’epoca interessante, internet e la comunicazione sono processi molto più democratici. L’arte in tempi di crisi può avere dei benefici da questi sistemi che scalzano quelli tradizionali».

Terminata l’installazione quale futuro per il Museo?

«Sarebbe bello creare altre occasioni, sempre allo scopo di dare visibilità a questo luogo, farlo entrare in una rete d’arte. Il nostro ritengo sia un progetto interessante: non si tratta solo della scultura, ma anche il video che verrà realizzato in tutto il periodo avrà un valore artistico, così come si può considerare un’opera d’arte l’impegno del Comune nell’avviare il progetto».


Vai alla pagina della fonte

< Indietro

Per fissare un appuntamento potete contattarci al numero: +39 02 6590147, in alternativa inviare una e–mail all'indirizzo pace@galleriapace.com o ancora utilizzare l'apposito modulo presente nella sezione richiesta informazioni.

Se volete comunicare con Galleria Pace attraverso posta tradizionale scrivete a:
Galleria Pace S.r.l., Piazza San Marco, 1, 20121 Milano – Italia.


Representative office in USA - CA:
Gianni Stefanini
e-mail: gianni@gv.net
Phone: (001)-(916) 201 2596

Cerca in "Dicono di noi":